Macrì | Pompei e l’Europa 1748-1943
241539
post-template-default,single,single-post,postid-241539,single-format-standard,eltd-cpt-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,macrì - segni creativi-ver-1.1.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Pompei e l’Europa 1748-1943

Dal 27 maggio al 2 novembre 2015 nel Salone della Meridiana del Museo archeologico nazionale di Napoli ed all’Anfiteatro Flavio di Pompei è ospitata la mostra “Pompei e l’Europa 1748-1943.

Una carrellata su duecento anni di passioni e di mode che invasero corti e circoli artistici di tutt’Europa dopo la scoperta di Pompei nel 1748 (con Ercolano venuta alla luce dieci anni prima, nel 1738, e Stabiae, esplorata dal 1749).

La mostra è stata allestita dall’architetto Francesco Venezia: il ministro dei beni culturali Dario Franceschini ha voluto visitare in anteprima la mostra all’Archeologico in data 25 maggio. Il ministro è rimasto veramente esterefatto dalla mostra ed ha postato su Twitter due foto delle opere in mostra, “Le due bagnanti di corsa” di Picasso e una statua.

Per chi vuole visitare la mostra, ricordiamo che si snoda su un duplice sentiero:

  • il museo Archeologico si trova in Piazza Museo Nazionale, 19 ed aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.30. Chiusura settimanale il martedì.
  • Scavi di Pompei, Anfiteatro Flavio, aperto tutti i giorni dalle 8,30 alle 19.30 fino al 14 giugno 2015 ultimo ingresso alle 18.00. Dalle 9,00 alle 19.30 dal 15 giugno 2015 con ultimo ingresso alle 18.00 . Dalle 8.30 alle 17.00 1 e 2 novembre con ultimo ingresso alle 15.30.
AUTHOR: macrisegnicreativi
Nessun commento

Lascia il tuo commento

L'indirizzo email non verrá pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.