Macrì | Blog
347116
page-template,page-template-blog-standard,page-template-blog-standard-php,page,page-id-347116,eltd-cpt-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,macrì - segni creativi-ver-1.1.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
Le strade di Roberta

All’alba anche Napoli sembra silenziosa. E’ uno dei pochi momenti in cui la città non parla e resta sospesa in un’atmosfera antica; esce fuori l’anima di Partenope, si fa un giro veloce, controlla il lungomare, il buio dei vicoli del suo ventre, manda un bacio ai suoi quartieri in collina, ai suoi boschi ormai rimasti radi e lancia un’occhiata ammonitrice a Vesuvio. Dura poco, un quarto d’ora al massimo, e poi si svegliano le voci alte e...

Scenari artistici

Ci sono luoghi di Napoli, dettagli di strada, portoni intagliati e ricchi di storia, cancelli segreti per nascondigli reali, leggende di fiumi che scorrono sotto il Vesuvio, statue e castelli sommersi, la cui conoscenza si tramanda di bocca in bocca, come le più antiche delle favole. E le favole sono tanto antiche quanto la bellezza dei luoghi che abitiamo: sebbene la natura sia un agglomerato casuale di forme e colori, è proprio in quel caos che...

Il capriccio di una donna la rende ancora più bella

“La borsa ha una particolarità, direi anche un privilegio: è un meta-oggetto. Serve a portare degli oggetti, ma essa stessa non è veramente un oggetto, è ad un gradino superiore rispetto a ciò che trasporta. È incomparabile, è un medium.” Se l’Arte viaggia nei dettagli, è tra le mani di una donna che può valorizzarsi di più. Ogni donna prova un brivido di piacere nel momento in cui al suo braccio compare la borsa che...