• Nessun prodotto.
Back to top

Sto finendo di preparare le valigie.

Ma non riesco ad alzarmi da questo divano per uscire, il caldo è impressionante. Il mare di Napoli è calmo, bellissimo, anche se afoso.

Ieri ho comprato un Trittico Macrì che non riesco a smettere di guardare, forse è anche per questo che non riesco ad alzarmi da qui. Passo le ore a fissare quei colori pieni di fantasia, pieni di arte allo stato puro. Mi sono innamorata di Macrì proprio per questo: rappresenta la mia città come io la vedo, con la stessa passione, con le stesse immagini che mi porto nel cuore. Con lo spirito napoletano vero, verace, una venatura pop, e degli angoli romantici e a volte anche malinconici.

Sono io. Macrì sono io.

Dopo le tre settimane passate in giro con Claudio, e dopo la sua partenza definitiva per la Spagna, ho passato una settimana cercando di capire cosa fare e come cacciar via la tristezza.

Ma l’amicizia serve anche a questo.

Così è successo che Paola, la mia migliore amica, è venuta da me, e mi ha ordinato di vestirmi.

  • “Muoviti, abbiamo un pranzo a Positano con le ragazze”

Ho sorriso, mi sono alzata e l’ho abbracciata.

  • “Sono tornate? Tutte?”
  • “Si. Quindi prendi le tue scarpe Macrì meravigliose che ti invidio a morte e andiamo”

Quando cresci le amicizie della tua infanzia si disperdono, viaggiano, studiano fuori e a volte si perdono. Ma le mie quattro amiche, le migliori, tornano sempre: una di loro vive a Milano, l’altra in Spagna. Qui a Napoli siamo rimaste in tre, ma nulla cambia mai. L’amicizia è più forte.

Così, davanti un piatto di spaghetti, con le mie migliori amiche, e Positano davanti ai nostri occhi, abbiamo deciso di passare insieme questo mese, in giro per l’Europa, come ai tempi della maturità.

Noi 5 e le nostre avventure.

Un Agosto di Fuoco.

Ritornerò a Settembre, carica di storie.

Roberta

 

 

Iscriviti alla newsletter

Ricevi in anteprima promozioni, sconti ed offerte personalizzate.